Percorso Orientale

40 Oratorio della Madonna del Gabbio (Malesco)

Proseguendo lungo la statale che porta da Malesco a Re si incontra una stradina che  conduce presso le rive del torrente Melezzo, dove sorge l’oratorio della Madonna, detta “del Gabbio”, secondo un toponimo preromano che si riferisce al greto ghiaioso dei fiumi ed indicativo quindi della posizione dell’edificio.
La struttura architettonica è molto simile a quella dell’oratorio di San Bernardino con timpano curvilineo e finestra stondata al centro della facciata. Un portico chiuso protegge l’ingresso.

 


Madonna delle Grazie è un titolo tradizionale col quale la Chiesa cattolica venera Maria, madre di Gesù. Il titolo va inteso sotto due aspetti: da un lato Maria Santissima è colei che porta la Grazia per eccellenza, cioè suo figlio Gesù, quindi Lei è la “Madre della Divina Grazia”; dall’altro Maria è colei che, intercedendo per noi presso Dio, fa sì che Egli ci conceda qualsiasi grazia.  Specialmente il secondo aspetto è quello che ha fatto breccia nella devozione popolare: Maria appare come una madre amorosa che ottiene tutto ciò che gli uomini necessitano per l’eterna salvezza. Tale titolo nasce dall’episodio biblico noto come “Nozze di Cana“: è Maria che spinge Gesù a compiere il miracolo, e sprona i servi dicendo loro: “Fate quello che Lui vi dirà”.
La Madonna delle Grazie viene festeggiata all’Oratorio del Gabbio l’ultima domenica di settembre. La festa è preceduta nella sera del sabato da una processione con fiaccolata e dall’accensione di un grande falò. Le celebrazioni domenicali prevedono, oltre alla S. Messa ed ai vespri, anche la benedizione degli argini del fiume Melezzo.

videoguida

 

 

Malesco

Come arrivare:
  • in automobile statale della Valle Vigezzo

  • in autobus linea Druogno-Santa Maria Maggiore, Val Loana, fermata Malesco

  • in treno ferrovia vigezzina fermata Malesco

  • a piedi collegamenti sentieristici con Villette, Re e Finero

  • in bicicletta percorsi ciclabili Druogno-Re e Malesco-Finero